movimento femminile

Per dare sostanza al movimento di rugby al femminile è necessario riuscire a dare maggiore continuità all’attività che intercorre tra il Minirugby, nel quale le bambine scendono in campo insieme ai bambini, il settore giovanile, che stenta a crescere, e la categoria Seniores, l’unica che presenta attualmente un campionato strutturato e con numeri.

Attraverso il consolidamento del movimento, è importante riuscire a ottenere un sensibile aumento delle squadre a livello Juniores e Seniores.

 

Proposte:

  • Incentivare la crescita della categoria Under 16 e la partecipazione più numerosa ai raggruppamenti sfruttando e facilitando aggregazioni territoriali di squadre;
  • Far partecipare le ragazze ai Centri di Specializzazione di Area costruendo un percorso formativo ad hoc e poi creando una struttura di supporto sul territorio;
  • Incentivare la Under 14 femminile equiparandola alla maschile nell’espletamento delle obbligatorietà;
  • Sostenere la crescita del movimento Under 18 e puntare a creare una selezione Under 20;
  • Ripristinare la Coppa Italia;
  • Incrementare su tutto il territorio il numero di squadre femminili Seniores attive.